Salute e Nutrizione

Una corretta alimentazione e un moderato esercizio fisico sono fattori fondamentali per la salute generale e il benessere di ognuno di noi: fare le giuste scelte alimentari e praticare attività sportiva in maniera regolare possono contribuire a proteggere il corpo da disturbi e malattie.

La carne rossa magra svolge un ruolo importante in una dieta sana ed equilibrata: essa, infatti, contiene una grande varietà di nutrienti essenziali tra cui proteine, sali minerali, ferro, zinco e vitamine del gruppo B. Una buona dieta bilanciata contempla una quantità moderata di carne magra, carboidrati amidacei (compresi gli alimenti integrali), molta frutta e verdura e moderate quantità di latte e latticini.

Proteine

La carne rossa è una buona fonte di proteine di alta qualità. Le proteine sono molecole fondamentali per il nostro organismo: sono essenziali per la crescita, il mantenimento e la riparazione del nostro corpo e forniscono anche energia. La carne rossa contiene, in media, 20-24 grammi di proteine per 100 grammi (se crudo), 27-35 grammi per 100 grammi (se cotto).

Grasso

In alcuni paesi occidentali il consumo di carne rossa sta diminuendo, in parte a causa di una preoccupazione per il suo contenuto di grassi. Tuttavia, i progressi nella zootecnia e nelle tecniche di macellazione nel corso degli ultimi 40 anni hanno portato ad una riduzione della presenza di grasso del 10-30%. Ciò significa che il contenuto di grassi in una porzione di carne rossa magra è molto inferiore di quanto si pensi: ci sono circa 5 grammi di grasso in un etto di carne. È inoltre possibile ridurre ulteriormente il contenuto di grasso della carne cuocendola alla griglia o sulla piastra ed eliminando il grasso visibile prima di cuocerla.

Omega-3 acidi grassi

Gli Omega-3 sono una categoria di acidi grassi indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo. Solo una piccola quantità di questa sostanza è presente nella carne, ma può essere comunque utile visto che in natura ci sono poche fonti di Omega- 3.

Ferro

Il ferro è essenziale per il benessere fisico. Una carenza di questa sostanza nel corpo può portare all’anemia: i sintomi comprendono stanchezza, scarso appetito, irritabilità e una capacità di attenzione inferiore.

Il ferro è contenuto in una grande varietà di alimenti, ma in quantità molto piccole. In realtà la carne, e soprattutto le interiora, è un’ottima fonte di ferro. Esso si trova nei cibi sottoforma di ferro emo o di ferro non emo. Il primo, presente solo negli alimenti di origine animale come la carne, è di più facile assorbimento rispetto al ferro non emo presente nelle verdure e nei cereali.

Un sondaggio del 2010 condotto da www.meatandhealth.com ha rilevato che quasi la metà delle donne ritiene gli spinaci essere la migliore fonte di ferro: in realtà, si dovrebbe consumare una grande quantità di spinaci per ottenere l’equivalente di ferro contenuto una bistecca di manzo!

Consigli per aumentare l'assunzione di ferro:

  • Utilizza carne macinata magra per cucinare lasagne, ragù, polpette e hamburger. Un piatto di spaghetti alla bolognese fornisce 6.6mg di ferro, un hamburger con insalata 5.4mg.
  • Scegli carne rossa: più scura è la carne, più alto è il contenuto di ferro. Questo significa che il manzo contiene più ferro di agnello e maiale.
  • Inizia la giornata con una tazza di cereali e latte parzialmente scremato. Molti cereali per la colazione sono ricchi di ferro (una ciotola standard ne fornisce circa 6mg). Per aiutare il nostro corpo ad assorbire meglio questa sostanza aggiungi ribes nero, fragole o un bicchiere di succo di frutta.

Vitamine

Le vitamine del gruppo B sono essenziali per un corretto regime alimentare e le loro proprietà sono molto utili. Esse sono importanti, tra le altre cose, per il normale funzionamento del sistema nervoso, per la trasformazione dei carboidrati in glucosio e per il metabolismo dei lipidi e delle proteine.

La carne rossa contiene una serie di vitamine del gruppo B: tiamina (vitamina B1), riboflavina (vitamina B2), acido pantotenico, acido folico, la niacina (vitamina B3), vitamina B6 e B12. Carne, pesce e alimenti derivanti da animali, quali il latte, forniscono naturalmente la vitamina B12, per questo motivo non andrebbero esclusi dalla dieta.

Tiamina (vitamina B1)

La tiamina è un coenzima coinvolto nel metabolismo dei carboidrati per la produzione di energia e gioca un ruolo importante anche per il funzionamento normale del sistema nervoso. La tiamina è largamente diffusa negli alimenti di origine animale e vegetale.

Riboflavina (vitamina B2)

La riboflavina, presente nella carne rossa, è necessaria per una crescita normale e aiuta a mantenere l'integrità delle membrane mucose, della pelle, degli occhi e del sistema nervoso.

La niacina (vitamina B3)

La niacina è il nome collettivo per l'acido nicotinico e nicotinamide, coinvolti nel metabolismo degli alimenti per la produzione di energia. La carne bovina e ovina è ricca di niacina.

Vitamina B6 (piridossina)

La vitamina B6 è coinvolta nel metabolismo degli aminoacidi, partecipa al processo di moltiplicazione di tutte le cellule e deve essere presente per la produzione di anticorpi e globuli rossi. La carne e i suoi derivati sono alimenti chiave per l'assunzione di vitamina B6.

La vitamina B12 (cianocobalamina)

La vitamina B12 contribuisce al regolare funzionamento del metabolismo. In particolare, essa ha effetti positivi sulla salute del cervello e del sistema nervoso, promuovendo la crescita e lo sviluppo delle cellule Completamente assente negli ortaggi, la vitamina B12 si trova in natura nel manzo (specie nel fegato), in alcuni tipi di pesce (aringa, sardine, sgombro), nei molluschi, nelle uova, nel latte e nei latticini.

Folati

Il folato è necessario nella sintesi, nella riparazione e nel funzionamento del DNA e dell’RNA, i principali “mattoni” della vita: è perciò fondamentale per la produzione e il mantenimento delle nuove cellule e particolarmente importante nei periodi di rapida crescita come l’infanzia e la gravidanza. La carenza di folato può derivare non solo da una cattiva alimentazione, ma anche da un aumento del fabbisogno per la sintesi dei globuli rossi, come succede ad esempio, nelle donne incinta. A tutte le donne che pianificano una gravidanza si consiglia di consumare alimenti ricchi di questa vitamina. La carne rossa contiene alcuni folati, il fegato è una fonte più concentrata, ma non deve essere mangiato da donne in gravidanza a causa dei livelli elevati di vitamina A che contiene. Altre fonti alimentari sono il succo d’arancia, le verdure a foglia verde scuro, le arachidi, i fagioli, le leguminose e le frattaglie.

Acido pantotenico e biotina

Queste due vitamine svolgono un ruolo chiave nel metabolismo energetico. Entrambe sono ampiamente presenti negli alimenti, ma la carne rossa è una fonte particolarmente ricca di acido pantotenico, mentre fegato e reni sono fonti sia di acido pantotenico sia di biotina.

Vitamina D

La vitamina D è importante perché induce l'assorbimento, l'assimilazione e il deposito di calcio e fosforo, per la formazione delle ossa e dei denti. Ricerche dimostrano che la carne rossa magra è una preziosa fonte di vitamina D in forma altamente assimilabile. Bisogna anche dire che il sole è fra i migliori integratori di vitamina D.

La Carne Perfetta